Gite fuori porta

  • Monte Compatri

Monte Compatri

Monte Compatri è una delle località più apprezzate dei Castelli Romani, meta sin dai tempi antichi di visitatori e residenti attratti dal clima fresco, dalla cultura millenaria, dal vino buono e dalle speicalità enogastronomiche. Il Borgo Medievale, i suoi vicoli e le sue piazzette si affacciano sul cono vulcanico dei Colli Albani, in posizione dominante sulla valle Prenestina. Intorno, si estendono le moderne frazioni di Laghetto, Molara, Pantano e Osa in costante crescita demografica e abitativa, ideale punto di cogniunzione tra la tranquillità del paese e la grande area metropolitana della Capitale. Leggi di piú...~

  • Roiate

Roiate

Il Paese di Roiate, posto sulle colline dove corre lo spartiacque del sacco e dell'Aniene, offre tra i panorami più suggestivi del centro Lazio. L'intero Paese antico visto dall'alto rivela l'originale incastellamento su uno sperone di arenaria a forma di prua navale posto a controllo della sella che fa comunicare la valle del Sacco e quella dell'Aniene e di una delle vie tra le più importanti per la transumanza da Nord a Sud. La storia rivela che grazie al suo territorio ancora oggi intanto gli abitanti hanno vissuto per secoli di pastorizia e di antiche tradizioni che si sono tramandate da generazione in generazione. Leggi di piú...~

  • Marino

Marino

La suggestiva veduta di Marino, con la sua Valle Ferentana, il suo bosco, antico covo di briganti e, allo stesso tempo, luogo preferito da visitatori e poeti, ne suggerisce subito il clima fresco e tutta la tipicità dei luoghi dei Castelli Romani. Feudo della famiglia Frangipane-Orsini e poi dei Principi Colonna, Marino conserva ancora intatte alcune testimonianze del passato. Leggi di piú...~

  • Anguillara Sabazia

Anguillara Sabazia

La storia di Anguillara Sabazia e del suo comprensorio è strettamente legata a quella delle antiche popolazioni che hanno frequentato questo territorio. La zona infatti, possiede rilevanti testimonianze, già a partire dall'epoca neolitica, come testimoniato dal ritrovamento in località La Marmotta di numerosi reperti e manufatti datati al 5500 a.C. appartenenti ad un villaggio neolitico di sponda, il più antico dell'Europa occidentale. Leggi di piú...~

  • Torri in Sabina

Torri in Sabina

Torri in Sabina offre tanti spunti per ripercorre la storia dei popoli che qui hanno lasciato tracce evidenti. Tutto il territorio è ricco di testimonianze di insediamenti risalenti fin all'epoca dei Sabini. Più tardi i romani ne fecero una delle località più importanti. Una città di grandi dimensioni ancora tutta da portare alla luce si trova proprio in località Vescovio, dove si erge la bellissima cattedrale e tutto intorno ad essa si collocano le tettoie che proteggono ciò che è il frutto degli scavi finora condotti. Ma ciò che è maggiormente evidente è l'epoca feudale che ha dato origine ai borghi su cui si è poi articolata la comunità locale: Torri, Rocchette e Rocchettine. Leggi di piú...~

  • Amatrice

Amatrice

I pastori amatriciani che per secoli sono andati in transumanza nelle campagne romane, hanno esportato in quei luoghi le loro tradizioni culinarie. La gastronomia gustosa, semplice e genuina di Roma è in parte opera anche di numerosi cuochi originari di queste terre che hanno dato vita ad una felicissima compenetrazione fra le due cucine. Tra i prodotti tipici più rilevanti troviamo, nel campo dei salumi, il guanciale ed il prosciutto. Naturalmente le produzioni tipiche del luogo comprendono anche lonze, salami e pancetta, tutti ingredienti tipici di una gastronomia semplice ma ricca di gusto. Non è difficile imbattersi, durante la visita del territorio amatriciano, nelle piccole aziende agricole dove è possibile ancora gustare gli antichi sapori della produzione contadina. Leggi di piú...~

  • La Torre di Fieramosca

La Torre di Fieramosca

La torre medioevale ad angolo tra piazza di S.Cecilia e piazza dei Mercanti, risale alla seconda metà del XIII secolo. La tradizione vuole che qui vi abbia soggiornato il famoso capitano di ventura Ettore Fieramosca, reduce dalla disfida di Barletta del 13 febbraio 1503. Leggi di piú...~

  • Via dei vascellari

Via dei vascellari

Via dei Vascellari prende il nome dai vasellai artigiani che fabbricavano e vendevano i vasi di terracotta , detti vaselli, che in questa strada avevano i loro fondachi. Alcuni si sono fatti ingannare anche dalla vicinanza della via con il porto di Ripa Grande associandola ai fabbricanti di vascelli, ma questa zona già nel Medioevo veniva denominata "dei Boccalari", fabbricanti di boccali, a Ripa, per questo quella dei vasellai sembra la derivazione più probabile del nome. Leggi di piú...~

  • Paganico Sabino

Paganico Sabino

Il Pese antico è arroccato su uno scosceso sperone roccioso collegato al versante nord-occidentale del Monte Cervia a 720 mt di altitudine. L'aspetto del borgo antico è quello di un "castrum" mediovale. L'ingresso è segnato da due porte che conducono tramite strettissime viuzze al cuore del paese. Nella sommità del borgo si presume ci sia stata l'antica “Rocca”. Gran parte del territorio comunale si estende sul complesso montuoso del Cervia. I versanti nord-ovest e sud-ovest affacciano con aspre pendenze a strapiombo sul lago del Turano. Sopra il paese un rimboschimento con pino nero e con laricesi alterna con la vegetazione autoctona che passa da quella submontana al faggio. Leggi di piú...~

  • Cittareale

Cittareale

Cittareale si trova al 121° km. della Salaria e a pochi chilometri quindi da Rieti, Norcia, Cascia, Leonessa, Ascoli Piceno e la bellissima Aquila. La Valle Falacrina, circondata dai Monti della Laga, é il luogo di nascita dell'Imperatore Tito Flavio Vespasiano ed una campagna di scavi ha portato alla luce, oltre a vari siti archeologici di notevole interesse, anche una villa romana che senz'altro per il manufatto e la ricchezza dei materiali usati potrebbe essere appunto la "casa" natale dell'imnperatore Vespasiano. Leggi di piú...~