Privacy Policy Campo Marzio – Trattoria Romana
Sketchbook

Campo Marzio

E’ un’area di circa 250 ettari tra Campidoglio, Quirinale, Pincio e Tevere, corrisponde all’antica IX regione, quella del Campo di Marte, che almeno fino al IV secolo fu un grande quartiere militare per buona parte della sua estensione. Non vi sorsero case fino all’epoca degli Antonini, quando ci fu il boom edilizio e la zona si arricchì di templi, teatri, portici, stadi e terme. Il mausoleo di Augusto fatto costruire dal primo imperatore di Roma per sé e per i successori della casata è il più imponente monumento della IX ‘regio’. Era una tomba di grandezza e magnificenza mai viste prima d’allora: oltre 44 metri di altezza e 89 metri di diametro. Intorno, un boschetto di pioppi e lauri dove si poteva passeggiare – come scrisse Goethe – accanto alla “morte immortale”. Sulla sommità si ergeva la statua bronzea dell’imperatore, che nel Medio Evo fu fusa per farne monete. Per secoli cadde in rovina e divenne una cava inesauribile di marmo e travertino. Alla fine dell’Ottocento si trasforma in fonderia: viene qui realizzata la statua equestre di Vittorio Emanuele II per l’Altare della Patria. Un salto nello spazio e nel tempo e siamo a Piazza del Popolo, il salotto buono di Roma, entrando attraverso l’antica Porta Flaminia, ingresso principale alla città da nord per secoli. Come è noto, la piazza deve il suo aspetto attuale al Valadier, che la realizzò nei primi dell’Ottocento per volere di Pio VII. Meno noto è il fatto che i manovali impegnati nell’opera non costarono nulla, perché erano tutti ergastolani. Via dell’Oca era anticamente detta via della Lavandare per i numerosi lavatoi pubblici, come testimonia una lapide nel cortile della chiesa di Santa Maria in Campo Marzio. La targa marmorea esorta le donne a lavare le proprie coscienze come il bucato: “Le conscienzie monde aver curate / sì come i panni bianchi qui voi fate”. Via Leccosa si chiama così per via del fiume che la lambiva (“leccava”) nelle piene. In via di Ripetta, nell’emiciclo a ferro di cava