Il Coccio

Via dei Meli, 34. (Alessandrino).


Una delle mejo...

Foto di Il coccio, Roma

Il Coccio deve molto del suo successo a Massimo, il suo proprietario, che offre ai suoi clienti tutta la tradizione popolare della cucina della capitale. E' proprio lui che si occupa di tutto, dalla spesa al mercato dell'Alessandrino alla scelta dei prodotti da portare a tavola all'accoglienza.
Inutile dirlo il Coccio si avvale di un menu fatto dei piatti forti della cucina romana, la Carbonara, la Matriciana e la Cacio e Pepe sono tra le migliori in città. Tra i secondi ci sono ricette che si trovano solo nelle trattorie più radicali: arrosto alla Picchiapò, Coda alla Vaccinara, Trippa, il Fricandò.



Il Coccio e... i Gusti Barbari

Grande Massimo! Dopo una piccola pausa son tornato a trovarlo .
Ieri a pranzo mi ha dimostrato di essere notevolmente migliorato: non credevo potesse essere possibile, per me era uno dei migliori, a Roma, ma lui ha fatto veramente un passo notevole in avanti!

A parte il classico antipasto con ogni ben di Dio sulla tavola……….sui primi piatti si e’ superato….come?
Rigatoni con la pajata di vitella: sublime, dolce, con pasta al dente, ben mantecata, molti pezzi di pajata, ottima cottura del sugo, fragrante pecorino DOP ….un’apoteosi!
La migliore mai mangiata, almeno da me.

Per gli altri due primi, la cacio e pepe e la carbonara, poi, ce le ha servite in una cialda di pecorino:
la prima, dei tonnarelli (la morte sua) con la perfetta miscela di pecorino e di pepe, deliziosamente cremosa ma non troppo (senza aggiunta di panna o ricotta,come alcuni fanno……),

la seconda, sempre dei tonnarelli conditi perfettamente con guanciale croccante al punto giusto, utilizzando solo il tuorlo dell’uovo… da Premio Nobel!

Di secondo (non credevo di potercela fare) ho gustato, anzi, divorato, delle costolette d’agnello fritte dorate con carciofi alla romana di contorno: croccantissime fuori e deliziosamente rosate all’interno:una cottura come da manuale: mi han fatto ritornare l’appetito, per non parlare poi dei carciodi romaneschi che, con la mentuccia e l’aglio….come solo le nonne sapevano sapientemente fare:un burro!

Per finire dei dolci artisticamente decorati come solo lui puo’ realizzarli……e,a dire delle mie commensali, uno migliore dell’altro.
Tanta passione, utilizzo di materie prime di elevata qualita’….questo il “segreto” di Massimo e del suo Coccio.
Grande!
Non credevo potesse, ma si e’ ancor di piu’ migliorato….veramente grazie, Massimo.
Syndicate  

...

Ricordiamo alla nostra affezionatissima clientela che "Il Coccio" ad Agosto resterà aperto solo di sera.

...

Indicazioni stradali.


...

http://goo.gl/maps/yTVE7
Come raggiungerci.


ristorante il coccio roma - Google Maps
maps.google.it
Visualizza mappe e trova attività commerciali locali sul Web.

...