Privacy Policy
Centro storico,  Sketchbook

Er primo rione de Roma

Qui ne la Suburra c’èreno le mignotte, l’ostarie scadenti, er popolaccio più plebbeo. Ma c’era pure er fascino de ‘na zona variegata. Oggidì la Suburra è compretamente modificata (a parte che nun ce so più li casini), ma armeno ne la qualità der magnà e beve è ita a mijorà. Da ndo arivate arivate incamminateve verzo via de San Martino ai Monti, e passo dòppo passo s’ariva a vedè ‘na scalinatella, corta, corta… ner mezzo uno de li mille Nasoni che so sparzi pe tutta Roma. ‘Na bevutella d’acqua fresca e semo entrati in via de l’Ibbernesi, si nun ce sete mai stati nun potete sapè che ce sarà de dietro a l’angolo; ce vonno pochi passi su sta via che nun cià manco ‘n negozzio, m ‘n bar. È la parte più lunga de sta via, percorennola s’avvicinamio a vedè quello che volevamo… er Foro d’Augusto, la Basilica Ulpia, er Foro de Traiano e se vede puro la parte più arta der Vittoriano… piazza der Grillo ch’evoca li scherzi d’un marchese più fantasia che reartà.

A me, me piace!