Privacy Policy La Curia di Bacco – Trattoria Romana
Sketchbook

La Curia di Bacco

Storico locale a due passi da campo dei fiori, in voga fin dagli anni 90 per quell’atmosfera calda e accogliente, lanterne, candele e pareti mantenute in stato grezzo, senza intonaco, con pampini e grappoli d’uva pendenti. Si ricorda soprattutto per le oltre 100 diverse etichette di vino e i taglieri di salumi e formaggi con cui si accompagnavano. Nasceva come pub ma grazie al clima davvero gioviale divenne un forte richiamo per tutti, romani e turisti. Forse non tutti sanno che questo grottino è molto antico, il primo corridoio risale al 1500 e lo scavo in fondo al locale dove si sviluppa la saletta più riservata invece ha oltre duemila anni e sembra che da lì già nel 70 a.C. uscissero gli spettatori del teatro di Pompeo, che si innalzava proprio lì, al posto di quella fila di palazzetti a via del biscone, dove si crede esservi stata anche la Curia di Pompeo, nella quale Cesare fu ucciso dai congiurati a piedi della statua dello stesso Pompeo. Proprio per le antichissime radici archeologiche dell’Urbe l’uso di grotte e grottini per ospitare trattorie e tavernette è molto frequente a Roma

A me, me piace!