Privacy Policy Comune di Canterano – Trattoria Romana
Sketchbook

Comune di Canterano

Sorge il paesello su una collina a ridosso del Monte Rufo, per glia bitanti conosciuto più familiarmente con il nome di “Morritana”.

Dista da Roma 60 Km, è situato a 602 m. sul livello del mare, con una popolazione di circa 398 abitanti.
S’affaccia da un lato sulla conca percorsa dall’ Aniene, dove la vista spazia dalla gola su cui ergono i monasteri di San Benedetto e di
Santa Scolastica, al paese sottostante di Subiaco, dall’ altra parte permette invece di osservare gli ultimi contrafforti dei monti prenestini,
più in basso da verdi colline che scendono a formare un’ altra valle al fondo della quale scorre il fiumicello della Cona, affluente del fiume Aniene in cui si immette nei pressi della Madonna della Pace, frazione
del Comune di Agosta.
I lembi del suo territorio toccano quelli di Rocca Canterano, Gerano, Subiaco, Agosta, Rocca Santo Stefano. La presenza umana nel luogo risale a tempi immemorabili.
Ne fanno testimonianza il ritrovamento avvenuto presso il paese, grotta moraitana (Monte Rufo) di un ripostiglio con sette asce di bronzo a margini rialzati, ottenuti mediante fusione. La loro base è ristretta e rettilinea e il taglio allargato e lunatico.
Le asce vennero cedute dal sig. Mauro Stanislao al Museo Nazionale Preistorico Etnografico “ Luigi Pigorini” “Piazzale G. Marconi, 14 Roma ( E.U.R.), dove sono ancora tutt’ oggi custodite per essere ammirate.

Il nome Canterano ha origini incerte. Secondo alcuni, deriverebbe da “Kan”, capostipite della razza pelasgica e da “terapne” , abitazione, quindi “dimora di Kan”. Altri ritengono che il nome derivi dal suo fondatore, Giovanni Di Camorrano.
Un’ultima derivazione, è quella che ne deriverebbe dalla gente Cantoria: dal latino Cantorianum, vale a dire fondo della gente
Cantoria, intendendo forse dire con questa espressione che il fondo Canterano era affidato ai cantori di chiesa, dignitari capitolari molto stimati che insegnavano a leggere e a cantare ad adulti e ragazzi.